Quei biscotti mai mangiati e l’anno del “Sì”

2

Questo febbraio ci sta regalando delle giornate bellissime e vi dirò, questo aiuta moltissimo il mio umore, perché anche se ultimamente sto iniziando ad apprezzare sempre di più l’inverno con i suoi pomeriggi sotto le coperte a leggere libri con una tazza di tè in mano, la primavera e l’estate rimangono le mie stagioni preferite e ogni anno non vedo l’ora che arrivino.
Però quest’anno è un po’ diverso. E’ un anno iniziato un po’ in sordina e non con il classico botto e la classica spinta di inizio anno (quella che ti fa dire “ok da ora inizio ad andare in palestra” oppure “da quest’anno dieta”), ma che si sta decisamente riprendendo. E’ che io mi sono sempre considerata un po’ un diesel: faccio fatica a partire, presa magari da dubbi o dalla classica pigrizia che se non esistesse forse saremmo tutti Beyoncè, ma quando parto e dico “ok ora non ci sono scuse” allora parto sul serio e difficilmente mi fermo.  Ho perciò deciso di smetterla di rimandare tutto ciò che desidero fare e di cominciare ad aprire ogni casellina di questo calendario che non è solo dell’avvento ma dura un anno intero. Vi faccio un esempio: ogni tanto vedevo da qualche parte i biscotti Oreo e dicevo “prima o poi li assaggio”. Ma poi la dieta, oppure altre scuse, e non li prendevo mai. E poi sapete che è successo? Sono diventata celiaca. Quindi niente, nulla, nisba. Gli Oreo non li posso più mangiare, e ci credete che non c’è nulla che ora mangerei più volentieri di un Oreo?
Quest’anno iniziato per me a febbraio vorrei che fosse proprio questo: un anno di nuovi inizi, di esperimenti ed esperienze mai fatte, l’anno del “Sì”. Che sia un corso di palestra, un nuovo viaggio, un libro che non ho ancora letto, l’inglese da perfezionare che sarebbe proprio ora di imparare sul serio. L’anno del “Sì”.

1

3

4

5

6

Indosso:
– Camicia Yes Style
– Gonna fatta da me
– Scarpe vintage
– Borsetta Asos

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *