Nadia’s travels: Amsterdam

15052204_10211444056440879_514917119_o

Prima di partire per Amsterdam onestamente non avevo aspettative incredibili. Certo, mi aspettavo una città carina. Una di quelle che metti nella lista delle città da vedere ma non in cima alle priorità.

E invece avevo torto eccome!
Ho scoperto che non è solo carina, è meravigliosa. Una città piccola, fresca, vivibile, libera. Sinceramente se domani mi proponessero di andarci a vivere non ci penserei due volte.
Non so se è anche stato l’autunno che era nel pieno in quei giorni e ha dato il suo contributo, con i canali delineati da file di alberi dalle foglie gialle e arancioni. O semplicemente è che io nelle città del nord mi ci sento proprio a casa.
Insomma è stato amore a prima vista, la metto nella top 3 insieme a Londra e San Francisco. Bella e poetica, ogni angolo che sembrava un dipinto.
Insomma mi ha dato l’impressione di essere abbastanza cosmopolita e in movimento come ogni capitale che si rispetti, ma anche raccolta, vivibile, con le sue strade piccole e le milioni di biciclette appoggiate dappertutto (biciclette che sfrecciano tra l’altro a delle velocità assurde!).
E poi, un paradiso del gluten-free per i poveri sglutinati come me! 😀
Noi abbiamo fatto 3 giorni e direi che sono più che sufficienti per vedere le cose principali e anche per perdersi un po’ tra i canali.

Segnalo cose da fare e posti dove andare:

  • l’A’Dam Tower, un grattacielo da cui si può vedere tutta Amsterdam, noi siamo saliti quando era già calato il buio ed era particolarmente suggestivo.
  • il ristorante Haesje Claes, da fuori sembra un bistrot parigino, dentro è molto rustico e si mangia molto bene (io parlo da gluten-free ma anche i piatti glutinosi avevano un aspetto meraviglioso). Segnalato dalla mia amica Paola, che ha condiviso questa avventura con noi, è un posto da non perdere.
  • il Cotton Cake, un negozio/concept store/bakery. L’avevo trovato consigliato tra i posti gluten free ma una volta arrivati ci siamo trovati davanti un negozio di abbigliamento. Non fatevi ingannare! Al suo interno potrete mangiare una torta al cioccolato buonissima!!! Adatto a chi ama i posti pseudo Hipster dove si mangia vegano e gluten free.
  • Assolutamente dovete assaggiare il tipico formaggio olandese. Buonissimo!!! Ci sono negozi che ne vendono ogni 20 mt, e io ho pensato bene di portarmene anche una forma a casa di formaggio al rum.
  • La Brouwerij’t IJ (non chiedetemi di pronunciarlo): per gli amanti della birra, imperdibile! Si tratta di una birreria costruita all’interno di un vecchio mulino a vento, ambiente molto semplice e conviviale. Se non amate o non potete bere la birra (come me) si rimane a bocca asciutta, ma è comunque carino da visitare.

Insomma Amsterdam è una città bellissima e in cui conto di tornare presto, magari in estate, per poterla vivere con meno freddo e con colori diversi.

15045462_10211444058320926_1233390936_o

14970997_10211444057600908_60369158_o

15034422_10211444058200923_792205451_o

15052083_10211444055720861_1129407091_o

15034004_10211444056360877_1421987665_o

15064029_10211444057680910_1188361281_o

15045498_10211444056800888_322239864_o

14976105_10211444057120896_165569148_o

15064187_10211444055760862_892914105_o

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *